Weekend di Cerimonie coi Funghi Magici in Olanda


Dopo tanto tempo che lo desideravo finalmente ho trascorso un weekend coi funghi magici al Nature Temple a Teuge, in Olanda. L’esperienza complessiva è andata oltre ogni migliore aspettativa! Che fortuna che esista un posto così speciale, beato chi si concede un tuffo nella dimensione sacra da cui tutti proveniamo, a Teuge c’è un portale di accesso alla riconnessione che oggi serve a tutti più che mai.

Tutto è andato molto bene, senza danni o incidenti, il grande fuoco centrale ha benedetto l’esperienza con la sua meravigliosa presenza ed è stato il protettore e il catalizzatore dei processi interiori dei partecipanti. Tutti i viaggiatori sono stati trasportati in sicurezza dall’inizio alla fine delle cerimonie, al termine l’emozione più grande è stata tanta gratitudine, per il posto, per chi ha condotto e per la impareggiabile maestria dei funghi.

Una nave spaziale o un frutto del micelio?

Nature Temple è un’astronave intergalattica alimentata dalla magia delle cerimonie coi funghi psilocybe, i piloti sono Mark e Maya, i poli maschile e femminile insieme, i passeggeri sono assistiti da uno staff pronto a tutto, qualsiasi destinazione è possibile con questa incredibile nave stellare. Se sai leggere le posizioni, i materiali, i simboli,  gli allineamenti, i numeri e le proporzioni, allora puoi capire perché ho pensato a un’astronave, questa costruzione è uno strumento speciale, costruito per dirigere energie molto potenti, ci vuole padronanza ed esperienza per farlo in sicurezza e queste qualità ci sono in tutto l’equipaggio.

Sono tornato da pochi giorni e ho la memoria fresca sulle giornate e le cerimonie al centro Earth Awareness, dove il Nature Temple si trova dentro a un piccolo bosco, adagiato entro un cerchio di grandi alberi. Un largo cancello segna l’ingresso in questa comunità “off-grid” che vive indipendente dal mondo moderno, autonoma dal punto di vista elettrico, idrico e del gas; qualsiasi eventuale carenza energetica non riguarderà mai questa piccola comunità così legata alla Natura e a tutti gli Elementi.

Non ricordo come li ho scoperti, un giorno mentre ero davanti al computer ricordo di avere visto le immagini del Tempio e sono rimasto a bocca aperta. Chi aveva ideato e costruito quel posto? Non sembrava neanche costruito da mano umana ma cresciuto direttamente dal suolo, senza dubbio figlio di un progetto funghesco!

Ma il Tempio non era cresciuto spontaneamente in mezzo a quel bosco, era l’opera di un amico da conoscere e incontrare al più presto. Ho scritto una mail per presentarmi, che emozione trovare qualcuno così connesso alla natura e ai funghi magici, il Nature Temple mi attraeva come se lo avessi riconosciuto, il Tempio della Natura non poteva che essere così come lo avevano costruito!

Mark e Maya mi hanno risposto subito, ho inviato una copia del mio libro sui funghi magici, ed è così che è nato un amore corrisposto tra persone che conoscono e rispettano i poteri di queste creature. Ci siamo incontrati online e finalmente ci siamo conosciuti e riconosciuti.

La spedizione in Olanda

C’è voluto un anno e mezzo prima di incontrarci dal vivo, ma l’ho fatto in grande stile insieme ad altri 24 italiani che avevano risposto al mio appello. Il venerdì tardo pomeriggio siamo arrivati tutti all’appuntamento organizzato ormai da mesi, pronti per cominciare la sera stessa con la prima delle due cerimonie del weekend. Io ero il solo a conoscere tutti i partecipanti, e a parte alcuni amici e coppie venuti insieme erano tutti estranei l’uno all’altro. Sono bastate poche ore perché si creasse quella connessione che avviene quando riconosci che gli altri sono come te, che come te sono lì per gli stessi motivi, che sono tutti meravigliosi e coraggiosi proprio come te. In questi contesti speciali nascono grandi amicizie, tutti i miei migliori amici li ho conosciuti così, sono come fratelli e sorelle ritrovati.

Questo primo weekend di cerimonie che ho organizzato è stato perfetto, come poteva essere altrimenti? Nessuno aveva controindicazioni, il set & setting era l’ideale, la cerimonia condotta con amore, generosità e maestria, abbiamo viaggiato in piena sicurezza nel potente flusso che si palesa quando la magia dei funghi comincia il suo effetto.

Nessuna paura!

Nessuno ha mai avuto paura, tutti si sono sentiti sempre al sicuro, cosa non scontata quando si tratta di assumere uno psichedelico insieme a molti altri sconosciuti. L’assenza di paura è stata la grande sorpresa di questo weekend, questo risultato straordinario è ovviamente il risultato di due fattori necessari, cioè preparazione e set & setting.

Si ha paura dell’ignoto, si teme ciò che non si conosce, si può dire in molti modi ma il concetto è semplice, l’ignoranza è causa di tanti problemi, il Budda afferma che l’ignoranza sia la causa ultima di tutte le sofferenze umane. Se vuoi viaggiare dentro te stesso con l’aiuto dei funghi devi conoscere le controindicazioni, sapere come stai e scegliere consapevolmente dove e con chi viaggerai. Per un principiante non è facile, senza informazioni e senza esperienza non ha idea di cosa fare o non fare, inoltre tutto ciò è vietato dalla legge, la psilocibina è in Tabella 1 con droghe realmente pericolose, come l’eroina, pur non avendo nulla in comune con questa sostanza disgraziata.

Partecipare a cerimonie organizzate in nazioni in cui i funghi non sono criminalizzati risolve tutti i dubbi e ti aiuta a prepararti al meglio, in un contesto ideale e legale, così come dovrebbe essere anche qui in Italia, il paese più bello del mondo! E invece sono vietati, abbiamo la natura più meravigliosa e uno dei suoi frutti più preziosi è vietato. Quanti templi naturali avremmo in Italia se la legge non proibisse i funghi psilocybe, la bellezza del nostro territorio è esaltata anche da un clima favorevole per la maggior parte dell’anno.

Come partecipare

La partecipazione alle cerimonie coi funghi inizia con l’iscrizione, che ti fa entrare nel processo di preparazione che comincia con la compilazione di un questionario; le domande hanno il solo scopo di farti capire se hai controindicazioni alla partecipazione oppure no. Conviene rispondere sinceramente, la strada dei funghi non va bene per chiunque, realizzare che hai problemi psicofisici dopo aver assunto la dose è pericoloso. Dopo il questionario c’è il colloquio e infine se tutto è a posto arriva la conferma per la partecipazione. Via email poi ti arrivano le istruzioni per l’esperienza  – che ti ricordo consiste di 3 distinte parti: preparazione, esperienza e integrazione. Preparandoti arriverai al momento di sederti intorno al fuoco con la certezza che stai bene e che sei al sicuro.

Il percorso che inizia con l’iscrizione ti aiuta a prepararti e a verificare come stai, ti fa guardare dentro di te, che è dove si svolgerà la tua esperienza. Partecipare a una cerimonia organizzata ti aiuta a completare la preparazione e la prima parte del set & setting cioè il come stai del set, infatti il questionario e il colloquio ti rendono consapevole di essere pronto e di essere nelle giuste condizioni psicofisiche per fare l’esperienza. Il setting invece è il luogo e le persone che sono insieme a te, e a Teuge tutto è l’ideale per sostenere l’esperienza, il posto è nato per questo motivo quasi 20 anni fa. Se tu non hai esperienza con i funghi e le piante sacre, Nature Temple è un buon porto da cui salpare per un viaggio psichedelico.

Psichedelico o enteogeno?

Psichedelico è relativo alla mente, per il cuore invece c’è il termine “enteogeno”, meno noto ma più adatto per descrivere l’esperienza dello Spirito e del Divino a cui spesso i funghi ti aiutano ad accedere. Enteogeno significa “che genera l’esperienza del Divino”, che puoi riconoscere dentro e fuori di te, esperienza che va molto oltre la semplice comprensione intellettuale; che sia psichedelico o enteogeno si tratta di stati di coscienza inspiegabili a chi non li ha mai sperimentati di persona, in grado di cambiare la vita, come a volte accade a chi li ha assunti.

Il viaggio nel viaggio

Andare in Olanda – o all’estero – per fare una cerimonia? Il viaggio, la lingua straniera, per molti sono ostacoli ma in realtà fanno parte della preparazione, il viaggio crea uno stacco netto dalla vita di tutti i giorni, ti fa entrare in una nuova dimensione che anch’essa fa parte dell’esperienza che stai andando a vivere. Così è stato per tutto il gruppo, sembravano ostacoli e invece sono stati un aiuto per andare più in profondità. Anche io ho viaggiato spesso in aereo per partecipare a cerimonie sciamaniche, ho sempre apprezzato di trasportarmi anche fisicamente in una terra lontana per scoprire questa dimensione meravigliosa che è la cerimonia con le Piante Maestre.

Sono molti anni che uso i funghi e ne scrivo, leggo tanto e seguo l’evoluzione delle ricerche in corso, così come dei passi avanti verso la decriminalizzazione della natura. In molti stati le leggi stanno cambiando, lo stigma verso queste sostanze sta diminuendo grazie alla maggiore informazione disponibile, serie televisive, articoli sui giornali e molti libri stanno cambiando velocemente la situazione degli psichedelici in genere. In questo panorama stanno nascendo centri dedicati all’uso di queste sostanze, in alcuni stati la legge li consente oppure non li vieta, in altri invece li tollera e quindi spesso vivono in una zona grigia in cui non sono permessi ma neppure vietati.

La scelta del retreat

So bene che non è facile scegliere di chi fidarsi, gli psichedelici spalancano le porte della nostra anima e in quei momenti siamo molto vulnerabili e suggestionabili, dobbiamo fare attenzione. Incontra online l’organizzatore, fagli domande, chiedi informazioni e stai collegato a ciò che provi, solo così puoi capire se puoi fidarti o no, vedrai facilmente se sta parlando a te come persona o come cliente. Valutare le persone è un’attività difficile, ripeto che solo ascoltandosi è possibile cogliere se il posto e le persone vanno bene per noi oppure no. Se hai dubbi e non ti senti a tuo agio valuta un altro posto e non tornare sulla tua decisione, non è importante se l’organizzatore è bravo o meno, conta solo se tu senti di poterti affidare.

Luoghi come Nature Temple dovrebbe essere patrimonio dell’umanità, pronostico che nel futuro ci saranno sempre più posti come questo, dobbiamo darci da fare e creare templi e spazi sicuri dove si possano celebrare cerimonie, riti di passaggio, incontri con sé e con l’altro, soprattutto curare l’ignoranza fondamentale che causa ogni sofferenza.

I Funghi Sacri sono nostri alleati in questo percorso di riconnessione, ma il posto è nulla senza le persone che conducono e assistono i partecipanti. Chi organizza questi eventi deve essere al servizio dello Spirito e del Divino, che solo così potrà usarli come strumenti di guarigione ed evoluzione dell’umanità. Cosa vuol dire essere al servizio del Divino? Questo l’ho imparato durante una cerimonia memorabile: fai del tuo meglio in tutto ciò che fai, e fallo con amore. Se lavori su te stesso e ti prepari allora diventerai uno strumento del Divino come una chitarra integra e ben accordata è strumento per il musicista.

Questo è il futuro, posti così saranno dappertutto perché sono necessari, i tempi sono difficili e ci aspettano mesi e anni impegnativi, dobbiamo prepararci individualmente e collettivamente, stare centrati e fare rete. Dobbiamo stare connessi sotterraneamente esattamente come fa il Micelio.

Voglio sviluppare questo argomento, torna a trovarmi per vedere le novità, è tempo di agire e trovarsi, presto organizzerò altri incontri legali!

Se il post ti è piaciuto e lo hai trovato utile, mi offriresti un caffè?
https://www.buymeacoffee.com/DMTripson

 

Share if you like!

DM Tripson

DM Tripson ha pubblicato i suoi primi racconti a 15 anni, sicuro di diventare presto uno scrittore, ma dopo qualche decennio speso a fare tutt’altro ci aveva rinunciato. Un giorno ha scoperto i funghi magici, un incontro straordinario di quelli che ti cambiano la vita, infatti è solo con il loro aiuto che ha potuto scrivere tre libri e decine di post su questo blog!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Recent Posts